Sei Felice?

Sei Felice?

Una riflessione intorno alla felicità, alla capacità di essere felici e all'allenamento che possiamo fare, giorno dopo giorno per conquistare questo stato.

Sei Felice?

πš‚πšŽπš’ πšπšŽπš•πš’πšŒπšŽ?

π™Ώπš˜πšπš›πšŽπš’ πšŒπš‘πš’πšŽπšπšŽπš›πšπšŽπš•πš˜ πšŠπš—πšŒπš‘πšŽ πšŒπš˜πšœπš’Μ€:Β πšƒπšž πšœπšŠπš’ πšŽπšœπšœπšŽπš›πšŽ πšπšŽπš•πš’πšŒπšŽ?

Lo sai che la felicitΓ  Γ¨ un allenamento?

Mi capita in aula, durante le mie lezioni di usare la parola felicitΓ  per indagare, giocando, l’interessante fenomeno per cui pensiamo che alcune parole esprimano concetti univoci, salvo poi scoprire che non Γ¨ cosΓ¬.
L’ultimo gruppo con cui ho giocato era composto da 8 persone a cui ho chiesto di abbinare in libera associazione(per farlo ho consigliato l’utilizzo di una semplice mappa mentale) 10 idee da abbinare alla felicitΓ .
Parlo volutamente di idee e non di cose e persone, perchè voglio che ognuno si senta libero di esprimere il suo pensiero.
Ogni volta che inizio questo gioco spiego che sarΓ  interessante scoprire la varietΓ  e la differenza di declinazioni, estremamente soggettiva che ne nascerΓ  e c’è sempre qualcuno che si dimostra molto scettico.Β Alla fine 8 persone hanno dato origine a 72 idee di cui 50 non condivise nemmeno con un altro membro del gruppo.

π™³πšŽπšπšπš˜ πšŒπš’πš˜Μ€, πš•πšŠ πšπšŽπš•πš’πšŒπš’πšπšŠΜ€ πšœπšŽπš–πš‹πš›πšŠ πšœπšŽπš–πš™πš›πšŽ πšŽπšœπšœπšŽπš›πšŽ πšŠπš‹πš‹πš’πš—πšŠπšπšŠ πšŠπš•πš•πšŠ πš›πšŽπšŠπš•πš’πš£πš£πšŠπš£πš’πš˜πš—πšŽ πšπš’ πššπšžπšŠπš•πšŒπš‘πšŽ 𝚌𝚘𝚜𝚊, πšŠπš•πš•β€™πš˜πšπšπšŽπš—πš’πš–πšŽπš—πšπš˜ πšπš’ πššπšžπšŠπš•πšŒπš‘πšŽ 𝚌𝚘𝚜𝚊, πšŠπš•πš•πšŠ πš™πš›πšŽπšœπšŽπš—πš£πšŠ πšπš’ πššπšžπšŠπš•πšŒπšžπš—πš˜.

Molto raramente viene abbinata al percorso che dobbiamo e vogliamo intraprendere per raggiungere uno status o un risultato.

Che rischio corri vivendo così?

Il rischio di limitare la felicitΓ  a qualche cosa di durata estremamente limitata che svanisce o si affievolisce nel corso dei giorni.

E se ti dicessi che puoi essere felice scegliendo di vivere felicemente?

Ti racconto come:
Metti il focus non solo sulla meta ma su ogni singolo passo.
Nota che ogni giorno puΓ² essere il giorno che ti avvicina al tuo miglior risultato
Condividi il tuo concetto di felicitΓ  con le persone che fanno parte del tuo cerchio magicoΒ 
Allinea il tuo pensiero con il loro se pensi possa essere utileΒ 
Allarga gli orizzonti e nota come la fatica ti sta raccontando qualche cosa di te.
Fermati almeno 5 minuti al giorno e allena la gratitudine.

Pα₯±rα₯΄hα₯±Μ€ α₯’oα₯’ α₯±Μ€ ΞΉα₯£ sα₯™α₯΄α₯΄α₯±sso α₯΄hα₯± ρortα₯² α₯²α₯£α₯£α₯² fα₯±α₯£ΞΉα₯΄ΞΉtα₯²Μ€, mα₯² α₯±Μ€ α₯£α₯² fα₯±α₯£ΞΉα₯΄ΞΉtα₯²Μ€ α₯΄oα₯’ α₯΄α₯™ΞΉ fα₯²ΞΉ α₯£α₯± α₯΄osα₯± α₯΄hα₯± ρortα₯² α₯²α₯£ sα₯™α₯΄α₯΄α₯±sso!

---------------------------------------------

Chi eΜ€ l’ɑutore di questo Ι‘rticolo

AntoniΙ‘ GΙ‘lvΙ‘gnΙ‘, coΙ‘ch, consulente e trΙ‘iner.
IdeΙ‘trice del metodo β€œAround the Corner - Anche se il mondo eΜ€ tondo tutto cioΜ€ che cerchi eΜ€ dietro l’ɑngolo”
Il mio percheΜ€: Essere lΙ‘ personΙ‘ che Ι‘vrei voluto incontrΙ‘re nei momenti di β€œsvoltΙ‘ dellΙ‘ miΙ‘ vitɑ”



Follow Me
facebook instagram linkedin
Contact Me